Storia & Patrono

 

   Stemma del Comune di Sustinente

 

L'attuale stemma del Comune di Sustinente venne ideato da Tranquillo Pavani che, nel maggio del 1893, presenṭ il relativo progetto all'allora Sindaco Alvise Bolognese Trevenzoli.

 

Gli elementi figurativi che compongono l'immagine sono ispirati alla descrizione che il Conte Bonifacio di Canossa, padre di Matilde di Canossa, fece dell'appezzamento di terreno che doṇ al monastero di San Benedetto, sul quale sarebbe sorto il villaggio di Sustinente.

L'area in questione, denominata Septingenti, aveva le dimensioni di mille biolche e sorgeva sulla riva sinistra del Po: quando venne donata era un fondo di terra sabbioso e boschivo, sul quale solo dopo l'intervento dei monaci benedettini vennero costruite le prime capanne, che poi crebbero di numero e si trasformarono in villaggio.

Lo stemma del comune rappresenta a livello figurativo tutti gli elementi "naturali" che caratterizzavano a quei tempi il nostro territorio: nell'immagine, infatti, sono raffigurate la selva, il banco di sabbia e il fiume Po, rappresentato nella figura mitologica di Eridano che versa acqua dal vaso ed immerge il remo nell'onda.

dati tratti dal n. 1 del 1/12/2003 di "Sustinforma", Notiziario dell'Amministrazione Comunale di Sustinente