Parrocchia di Sustinente

 

PUNTELLI - Pasqua 2011

 

Il nostro vescovo in visita 
alle nostre parrocchie

Verso la chiesa del futuro

il nostro vescovo in oratorio

Comunione e corresponsabilità:  due parole usate spesso dal nostro Vescovo per indicare il cammino delle nostre parrocchie. 


Due parole che dicono la natura della chiesa che non è un club,  una società sportiva, una associazione come ce ne sono tante nella società ma una realtà chiamata a incarnare nella storia l’amore di Dio per gli uomini. Allora l’unità tra i membri e il sentirsi responsabili del vangelo sono le due qualità che ci devono stare maggiormente a cuore. 
Una chiesa meno clericale dove ogni battezzato si assume le sue responsabilità in base alla sua vocazione specifica.


Sono state giornate molto intense e segnate da diversi incontri nei quali monsignor Vescovo ha spiegato gli scopi della sua visita: fortificare gli animi dei cristiani e esortarli a perseverare nella fede in Gesù.  Anche oggi di fronte alle immancabili tribolazioni della vita occorre continuare a credere in Gesù la cui resurrezione offre alla nostra vita orizzonti ricchi di speranza.


La carenza dei sacerdoti può essere provvidenziale se scuote le comunità cristiane e le rende tutte partecipi di questo problema: se non sono tutti i cristiani a testimoniare la propria fede e a viverla con una dimensione di entusiasmo, domani non ci sarà nessuna chiesa: Le parole di fede non vanno dette solo dal prete in chiesa ma anche in casa, nel mondo del lavoro nella società in cui si vive. 


Bisogna poi trovare le parole comprensibili alla testa e al cuore della gente del nostro tempo per dire che Gesù è la realtà che dà senso e successo alla nostra vita. 
Questi alcuni stimoli di riflessione proposti dal vescovo Roberto. 


Il Vescovo ai giovani:  fate spazio a Dio 

Un clima festoso e amichevole ha caratterizzato l’incontro con i ragazzi nell’oratorio di Serravalle. Tanti ragazzi in sala per ascoltare e per porre domande al vescovo. 
Il rapporto con i genitori, l’amore, l’amicizia, l’importanza di Dio nella vita: questi gli argomenti del confronto. 


Il vescovo come metodo ha risposto ai giovani ponendo altre domande per invitarli ad andare in profondità e a guardare a Gesù che ha percorso la sua vita senza mai perdere la fiducia nell’amore del padre. 
“Non so se ho risposto alle vostre domande, ha detto il vescovo alla fine,  spero di averle lasciate nel vostro cuore “.

Come Unità Pastorale ci stiamo impegnand a organizzare meglio il servizio della Carità. 
Crescono sempre più le difficoltà,i disagi, le richieste di aiuto.
Si fa già qualche cosa anche in collaborazione con le amministrazioni locali.  Come chiesa di questo territorio vorremmo unire le risorse, coordinare gli interventi in modo da dare risposte
più sicure e efficaci ai bisogni di tante famiglie. 

C’è anche la volontà di iniziare un cammino che porti alla costituzione di un Consiglio pastorale di unità pastorale. Vorrebbe essere un segno di maggiore Unità, comunione e corresponsabilità tra le varie parrocchie:  Correggioli, Ostiglia, Libiola, Serravalle, Sacchetta e Sustinente. 


La chiesa del futuro la prepariamo anche attraverso questa via. Questo organismo deve diventare il motore dell’intera attività pastorale della UP, dallo studio, alla programmazione generale, alla verifica. Ha lo scopo di favorire e sostenere la partecipazione dei fedeli tutti alla guida pastorale del’UP.



il nostro vescovo in oratorio