Parrocchia di Sustinente

 

PUNTELLI - Pasqua 2006

 

Deus caritas est (Dio è amore)

La prima lettera enciclica di Papa Benedetto 

Papa Benedetto con un linguaggio avvincente ed immediato intende prendere sul serio alcune grandi domande e alcune sfide che nascono dal comune sentire e dalla cultura in cui viviamo.
Suo argomento specifico è l'amore cristiano, ma in essa i temi "Dio", "Cristo" e "Amore" sono fusi insieme come guide centrali della fede cristiana.
Nelle prime pagine è individuata l'accusa che il cristianesimo e la Chiesa con i loro comandamenti e divieti avrebbero avvelenato e reso amara la gioia dell'amore ossia la cosa più bella della vita .
Tutto lo sviluppo dell'Enciclica mostra quanto questa accusa sia fallace, anzi capovolga la realtà delle cose.
Vengono anche poste le due domande molto concrete per la vita cristiana alle quali il Papa ha inteso rispondere con la sua Enciclica: "E' veramente possibile amare Dio pur non vedendolo? E l'amore si può comandare? Ugualmente forte è l'approfondimento del rapporto uomo-donna e del matrimonio. 
Papa Benedetto XVI

Nella lettera il papa fa anche due precise affermazioni: la prima è che la carità della chiesa è manifestazione dell'amore trinitario, di Dio che in Cristo ci ama senza misura e con la forza del suo Spirito ci trasforma e ci rende a nostra volta capaci di amar .
La seconda è che, per conseguenza, l'esercizio dell'amore del prossimo è compito essenziale della Chiesa, in concreto di ogni singolo fedele, ma anche dell'intera comunità ecclesiale a tutti i suoi livelli. 
Viene poi affrontato il tema del rapporto tra giustizia e carità, il compito della politica e dello stato in ordine alla realizzazione di strutture giuste capaci di rispondere ai vari bisogni delle persone. Certamente questa enciclica merita tutta la nostra attenzione per un nutrimento solido della nostra esperienza di cristiani .