Parrocchia di Sustinente

 

    Riapertura chiesa di Sustinente
                                                  07/12/2014

Tutto il paese col vescovo 
La chiesa riapre le porte 
Sustinente. Busti guida la processione dei fedeli verso il tempio restaurato 
Parroco e sindaco: grazie alla comunità e a tutti quelli che hanno dato una mano
                            articolo di Paola Merighi tratto dal quotidiano Gazzetta di Mantova - 8/12/2014

pagina 1 di 3 Successivo
Proprio non ce l'hanno fatta ad aspettare i tre colpi alla porta battuti dal vescovo Busti per la riapertura di rito della chiesadi S. Michele Arcangelo, dopo i danni del terremoto. Quando il portone si è aperto, molti cittadini erano già sui banchi, per non perdere l'attimo e per assistere in prima fila alla messa dopo due anni dalla chiusura dell'edificio. Pazienza.
Tutti gli altri sono arrivati in processione dalla tensostruttura, dietro il cimitero, luogo simbolo, e fisico in questo periodo di lavori di ristrutturazione, dove si è ritrovata la comunità dei fedeli. I discorsi e ringraziamenti sono stati rivolti proprio da lì, all'arrivo del vescovo Roberto Busti che ha poi celebrato messa. E' lui che don Lucio ringrazia per primo "il vescovo che dopo il terremoto - dice - ci ha dato sicurezza, serenità e fiducia".
20141207_102800 20141207_102808 20141207_102829
20141207_102841 20141207_103016 20141207_103306
Il parroco ha un lungo elenco di ringraziamenti "con parole genuine, che mi vengono dal cuore, ringrazio tutte le famiglie che oggi sono presenti, tutte quelle persone che ci hanno dato tranquillità e sicurezza, a partire dalle ditte che hanno lavorato sul cantiere con molta serenità e grande responsabilità. Grazie alla precedente amministrazione con il sindaco Pinzetta che ci ha messo a disposizione la palestra e poi il terreno per aprire questa tensostruttura, grazie alla ditta Lodi Luciano, di Sustinente, alla quale abbiamo affidato i lavori, e ai suoi operai, sempre attenti, presenti, intelligenti e responsabili, proprio come se fosse la loro casa. Grazie ai tecnici che hanno seguito le varie fasi dei lavori e a tutte le ditte che hanno partecipato. Ringrazio le parrocchie di Milano, che oggi non hanno potuto essere presenti, le diocesi di Pavia e Vigevano, la Caritas. Così come la Padus, i volontari, la Pro loco, CerAmiche, il circolo Cavecchia e le tante persone che ci sono state vicine. Ora torneremo in chiesa, ma il Dio della rivelazione è quello della tenda, di questa tensostruttura dove abbiamo imparato a stare insieme".

Il sindaco Michele Bertolini parla di comunità ritrovata, un valore aggiunto che non va disperso: "A nome di tutta l'amministrazione e la comunità di Sustinente - saluta - mi unisco ai ringraziamenti di don Lucio. Al vescovo, prima di tutto, per l'affetto e la vicinanza. E' questa comunità di fedeli, ma anche di cittadini che la chiesa è un luogo fisico di riferimento, di aggregazione, incontro, dove si rafforzano unioni umane e civili. Il mio augurio è che il sentimento di unione e solidarietà che si è consolidato in questo periodo dopo il terremoto, non vada disperso, perché c'è tanto bisogno di questo in un momento di crisi e difficoltà generale.

20141207_104752 20141207_104830 20141207_105137
20141207_105140 20141207_105141 20141207_105144

Successivo